News

La solidarietà del Consorzio Oasi di Punta Penna, della Vimet srl di Atessa e dell'Associazione GAIA

News

La grande impresa scende in campo a sostegno della Sanità pubblica del territorio e finanzia il Covid Hospital di Atessa. Una cordata di imprenditori, tutti appartenenti all'area Chieti-Pescara, su iniziativa di Gennaro Strever, presidente Ance, si è fatta avanti per sostenere con 500 mila euro la prima fase della realizzazione del progetto della Asl Lanciano Vasto Chieti di riconvertire il "San Camillo" in una struttura dedicata all'assistenza di persone affette da Coronavirus.
La somma è subito a disposizione dell'Azienda sanitaria e sarà impiegata per l'attivazione dei primi 60 posti letto di Medicina Covid al terzo piano, dove fino a pochi giorni fa erano ubicate le degenze della Riabilitazione e Lungodegenza. Sono già in corso i piccoli interventi di adeguamento strutturale e per la dotazione degli elettromedicali necessari ad accogliere i nuovi ricoverati. Una settimana il tempo previsto per effettuare i primi ricoveri

News

L'alcol, quello denaturato, ci salverà? Non lo sappiamo, ma certo aiuta le strutture sanitarie nella gestione dell'emergenza Coronavirus. E' con questo "spirito" che la Distilleria D'Auria di Ortona ha donato alla Asl Lanciano Vasto Chieti 600 litri di alcol 90 gradi, che l'azienda produce per uso farmaceutico e ospedaliero. La Daforplast di Denis D'Addario ha inviato all'Ospedale di Vasto bancali di candeggina, ammoniaca, disinfettanti per ambienti, cuffiette e altro materiale monouso. Dalla Croce Arcobaleno di Lanciano ha donato un ventilatore polmonare portato all'ospedale di Chieti

News

Al via da oggi l'attività di recall per il Coronavirus della Asl Lanciano Vasto Chieti che, attraverso gli operatori del Servizio Igiene e Sanità pubblica, monitorano le condizioni delle persone che sono sul territorio. Saranno chiamati per telefono i pazienti in sorveglianza domiciliare fiduciaria, i positivi al test con sintomi lievi tenuti nel proprio domicilio e le persone di ritorno dalle "zone rosse" dopo l'8 marzo e che hanno segnalato la propria presenza attraverso il numero verde, il medico di medicina generale o compilando il form disponibile sul sito Internet dell'Azienda sanitaria locale

 

COME FUNZIONA? LA SCHEDA

News

L'ospedale di Chieti si sdoppia e si prepara ad attivare 317 posti letto dedicati ai pazienti affetti da Coronavirus. E' questo il senso della massiccia riorganizzazione messa in atto dalla Direzione Asl, impegnata in una corsa contro il tempo per attrezzare aree dedicate, visto il crescente numero di ricoveri registrato nelle ultime ore. All'interno del "SS. Annunziata" è stata definita un'area Covid, circoscritta al blocco principale, mentre la Palazzina Cuore, corpo M, viene preservata No Covid. Pertanto tutte le attività cliniche saranno soggette, entro i prossimi giorni, a una rimodulazione, sia negli spazi si nell'erogazione dei servizi

News

Informiamo la popolazione che nell'Ospedale di Ortona l'attività della Chirurgia senologica e dell'Oncologia, del Centro di procreazione medicalmente assistita e lo screening del colon proseguono regolarmente.

Non sono intervenuti cambiamenti nell'erogazione delle prestazioni.

Anche nell'Ospedale di Atessa prosegue l'attività di screening del cancro del colon retto CCR (esami di 2° livello - colonscopie diagnostiche e operative) dal lunedi al venerdi

News

Linda e Donatella Finoro, della pasticceria Silvana di Fossacesia, che questa mattina hanno fatto omaggio di 720 bocconotti al personale dell'ospedale di Lanciano


Guarda il VIDEO su YouTube

News

L'Asrem ha ricambiato la disponibilità dei colleghi abruzzesi mettendo a disposizione un ventilatore polmonare, collocato nell'area Covid del "SS. Annunziata"

News

La Clinica Ostetrica-Ginecologica dell'Ospedale di Chieti ha aggiornato le indicazioni sui percorsi da seguire in questo periodo per l’ambulatorio della gravidanza a termine

Scarica la locandina

News

UN PRIMO ELENCO DEI NOSTRI DONATORI

C'è il bene, eccome. Ce n'è così tanto che si fa fatica a raccontarlo. Ed emerge con tutta la sua forza in questi giorni di vita sospesa, freezata, nei quali l'essenziale svetta, depurato dall'abituale frenesia del quotidiano.L'emergenza Covid-19 ha generato un fenomeno parallelo alla paura e quel senso di incertezza divenuto denominatore comune delle vite di tutti: il desiderio, quasi un'urgenza, di essere insieme, in tanti, a combattere una battaglia davvero difficile

[CONTINUA A LEGGERE]

Focus

Torna all'inizio del contenuto